Museo della Geotermia

Il Museo della Geotermia

Interessante museo multimediale sulla storia dell’utilizzo dell’energia geotermica

Ho visitato il Museo della Geotermia a Larderello PI situato nel palazzo de Larderel

Museo della geotermia - palazzo de Larderel
Palazzo de Larderel a Larderello PI

Il museo è interessante e coinvolgente anche per il deciso carattere multimediale. Infatti – oltre a reperti storici, plastici, planimetrie ed elementi in esposizione – possiamo fruire di filmati di epoca e recenti. Filmati interessanti e esplicativi

Il sito produttivo di Larderello

L’attività estrattiva nella località di Montecerboli – Larderello dal 1846 – inizia ai primi del XIX secolo grazie a Francesco de Larderel – un imprenditore francese trasferitosi a Livorno

Francesco de Larderel
Francesco de Larderel 1790 – 1858

L’attività economica del sito si caratterizza per l’estrazione del borace un cristallo morbido bianco solubile in acqua

In tempi successivi, all’attività chimica – estrazione del borace – si affiancherà l’attività di produzione di energia elettrica per prendere il sopravvento definitivo nel secondo dopoguerra

Ma vediamo più nel dettaglio

Il borace

Il borace è un sale

usato ampiamente in detergenti, addolcitori d’acqua, saponi, disinfettanti e insetticidi

Può essere anche facilmente convertito in acido borico o borato, che ha molte altre applicazioni

In farmacopea l’acido borico si usa come leggero antisettico per l’aspersione e la pulizia degli occhi

La nascente attività estrattiva di Larderello si rivela subito importante e redditizia perché fino ad allora il borace era importato ovvero non erano presenti siti estrattivi interessanti in Italia

Infatti

fu portato in Europa da Marco Polo ed ebbe come conseguenza lo sviluppo di un’industria di raffinazione nella zona di Venezia dove veniva prodotto il cosiddetto borace veneziano [..]

Nel mondo infatti

i depositi più importanti dal punto di vista commerciale si trovano vicino a Boron (California) e in altre zone del sud-ovest degli Stati Uniti, nel Deserto di Atacama in Cile, nel Tibet e in Turchia

Museo della geotermia - Borace
Usi e utilizzi del borace
Museo della geotermia - Borace 2
Usi e utilizzi del borace

Nell’attività manifatturiera

è una sostanza che ad alta temperatura si trasforma in un vetro isolante e quindi il suo principale uso è come pasta coadiuvante nelle saldature

Nello stesso modo si usa per creare uno strato vetroso isolante sulle terraglie di coccio

Viene usato nella produzione di smalto, vetro e vasellame in ceramica rinforzata

L’energia geotermica

A fine XIX secolo l’industria del borace ebbe momenti di crisi quando importanti giacimenti furono scoperti in California

In tale contesto fu decisiva l’azione del principe Piero Ginori Conti – sposo di Adriana figlia di Florestano de Larderel – che diversificò l’attività potenziando la produzione di energia elettrica

Nel 1904 furono accese le prime lampade nello stabilimento di Larderello – grazie al dominio delle endogene forze – e negli anni successivi fu costruita una centrale elettrica per alimentare e illuminare l’intero stabilimento

Energia elettrica a Larderello
Targa commemorativa

Nell’immediato secondo dopoguerra entrò in funzione la più potente centrale geotermoelettrica del mondo formalizzando la nuova vocazione – produzione di energia elettrica – del comprensorio di Larderello

L’attività legata alla produzione di energia elettrica prese sempre più campo tanto che nel secondo dopoguerra l’attività estrattiva – chimica – fu divisa dalla produzione di energia elettrica

Villaggio operaio

La costruzione del villaggio industriale, fu considerata necessaria, da Francesco de Larderel, fin dagli inizi dell’attività [..]

Nel 1818 fu costruita la casa del Ministro, e successivamente furono realizzate le prime case per gli operai [..]

La struttura del villaggio era imperniata attorno a due piazze, di cui quella centrale, era caratterizzata dalla chiesa, dagli uffici, dalla casa del Ministro e delle abitazioni per gli impiegati

Sulla seconda piazza si affacciava il Palazzo Padronale [..]

Nei suoi pressi erano stati costruiti anche l’ospedale, la cisterna per la raccolta dell’acqua potabile, un lavatoio coperto e una fabbrica tessile, che impiegava le donne del villaggio [..]

Larderel si occupò anche di numerose opere sociali come una scuola primaria, una scuola di musica, l’assistenza sanitaria gratuita per i dipendenti, l’assistenza per le vedove, ed il Pio Istituto di Beneficienza (una Società di Mutuo Soccorso)

Realizzò inoltre alcune infrastrutture come l’acquedotto, la lastricature delle strade , l’illuminazione notturna e la costruzione di un ponte sul fiume Cecina, ed uno sul fiume Possera

Il secondo dopoguerra vide ancora interventi per la comunità di Larderello tra cui il coinvolgimento dell’architetto Giovanni Michelucci nella progettazione di un nuovo complesso abitativo dove spiccava

la nuova chiesa di forma ottagonale, progettata dallo stesso, consacrata nel 1958, e dedicata alla Madonna di Montenero

Larderello - Chiesa del Michelucci
La chiesa di Giovanni Michelucci
Campanile della chiesa_01
Il campanile della chiesa di Giovanni Michelucci

Da notare come le nuove abitazioni fossero dotate di teleriscaldamento ovvero acqua calda – riscaldata col vapore del sottosuolo – inviata alle abitazioni

Aggiungi commento